Rho (Milano), 2 ottobre 2018 – “Non sappiamo più dove mettere il cibo e il materiale raccolto, non ci aspettavamo tanta solidarietà. Questo ci sta dando la forza per andare avanti in un momento per noi molto difficile. Ora la nostra priorità è quella di ricostruire il gattile”. È l’appello di Paola Barbieri, responsabile dell’associazione Dimensione Animale Rho e del gattile di via Turati completamente distrutto da un incendio nella notte tra mercoledì e giovedì. Nel rogo hanno perso la vita un centinaia di mici, altri sono riusciti a scappare, quattro sono sopravvissuti e sono stati messi in salvo insieme a undici cani. “I quattro gatti salvati stanno tutti migliorando. Un paio non hanno lesioni da ustione ma solo intossicazione da fumo, ormai risolta – spiegano i veterinari della clinica Anubis di Pogliano Milanese – Un terzo gatto ha ustioni superficiali guaribili in un paio di settimane. Il gatto messo meno bene con ustioni più estese ed una grave intossicazione da fumo è fuori dalla gabbia ad ossigeno e sta piano piano recuperando”. I veterinari stanno già lavorando per i loro futuri stalli.

Intanto nei banchetti allestiti per raccogliere il materiale per i gatti sono centinaia le persone che nei giorni hanno donato cibo, coperte, piatti in plastica, acqua e cucce. Il gattile è ancora a disposizione degli inquirenti per le ultime perizie anche se la causa è stata accertata: un corto circuito dal quadro elettrico, nessun dolo. Poi bisognerà demolirlo, “i danni sono ingenti non è possibile recuperare la struttura, ci hanno spiegato che ci vorranno decine di migliaia di euro solo per la demolizione – aggiunge la responsabile Barbieri – e poi bisognerà costruire un nuovo gattile. Chi ci vuole davvero aiutare in questo momento faccia donazioni in denaro (Iban: IT42E0558420500000000018432 intestato a Dimensione animale Rho).