Notizie

L’UOMO SU MARTE: SI PUÒ?

By

O meglio, si potrà? Ci si lavora. Ma di sicuro le porte non sono chiuse ad un’idea simile.

Prima di tutto, bisogna chiedersi se ci sono le condizioni per vivere sul pianeta rosso. Grazie alle sonde e ai rover atterrati sulla superficie, si è stabilito che la possibilità di viverci non è remota. Per quanto possa sembrare strano, la morfologia di Marte è ben conosciuta agli addetti ai lavori: data la mancanza di acqua, i geologi hanno potuto studiare la sua storia, fino a 3 miliardi di anni fa. Nel 2020, avremo sicuramente un quadro più completo: infatti, l’ESA (European Space Agency) lancerà il rover “Rosaline Franklin” con l’obiettivo di scoprire possibili esistenze di vita.

 

IL VIAGGIO

Quando l’uomo sarà in grado di affrontare una simile avventura? A breve, forse. Nonostante lo sforzo di governi e privati nell’accelerare i tempi il più possibile, il periodo stabilito per uno sbarco umano su Marte sarà non prima di 7-8 anni. Nel 2026 infatti, secondo l’imprenditore Elon Musk, l’idea sarà quella di lanciare circa 100 persone sul pianeta al fine di creare una vera e propria città.

I PERICOLI

Molte saranno le difficoltà che incontreranno gli astronauti durante il viaggio: Innanzitutto, il tempo stimato sarà di circa 7 mesi, quando i due pianeti saranno nel punto di distanza minima. Fattori fondamentali saranno una preparazione fisica ottimale (l’assenza di gravità rischia, per un periodo di tempo così prolungato, di diventare pericolosa al momento dell’atterraggio per gli uomini, indebolendoli parecchio) ma soprattutto mentale. Recenti studi affermano che la lontananza dal pianeta madre è uno dei fattori mentali più pericolosi: al tempo del viaggio d’andata, dovranno sommarsi il tempo di permanenza su Marte che dipenderà dalla successiva maggior vicinanza al nostro pianeta e del viaggio di ritorno. Dovranno essere in grado di resistere ad ogni difficoltà completamente isolati e con le loro forze.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *