Notizie

Intervista a Chef Mirko Ronzoni

By

1) Mirko , partiamo dall’inizio raccontaci l’esperienza come concorrente del programma Hell’s Kitchen Italia? E’ stato uno splendido trampolino di lancio che mi ha permesso di fare cose che prima erano impensabili o almeno non a quella età, ma appunto un trampolino e non un arrivo, ho ancora tante cose da fare, non mi fermo mai… Parecchie cose sono cambiate da quel momento , ho iniziato ad aprirmi a livello nazionale, prima vivevo molto la realtà di bergamo e provincia nonostante avessi già viaggiato parecchio, ma con HK si sono prospettati progetti più ad ampio spettro, ho incontrato persone fantastiche, ma anche tanti approfittatori che ho dovuto controllare a vista..

 

2) Poi la meritata vittoria, cosa ci puoi dire di quell’anno al Forte Village Resort?

Una vittoria impetuosa, perché dico questo, ho scoperto della vittoria in diretta TV come tutti gli italiani, quindi dopo 3 giorni sono partito per il Forte, dove ho girato un documentario per Sky, da li poi l’inizio della avventura, a stagione piena e già iniziata, quindi immaginate la curiosità dei clienti e la frenesia del momento, molto intensa ma molto appagante…

 

3) Dal 2017 affianchi Chef Cracco come sous chef nel programma Hell’s Kitchen Italia, com’è stare dall’altra parte?

E’ stata un esperienza straordinaria, quando Carlo mi ha chiesto di partecipare come suo braccio destro mi sono sentito al settimo cielo è stato un gesto di rispetto e di riconferma del percorso che ho concluso l’anno scorso, quindi l’euforia mista a curiosità ha preso il sopravvento. Curioso poi scoprire tutti i retroscena del mondo TV, sia tecnici sia di copione.

 

4) Oggi sei impegnato in numerosi progetti ma qual è quello di cui vai più fiero?

Oggi sono, cuoco, imprenditore, consulente, mi sono creato personalmente questa figura un po’ fuori dagli schemi, che si identifica perfettamente in me stesso; non nego che ci sono periodi intensi, in cui sacrifico molto, in cui la vita privata fa fatica ad emergere, ma ora sono cosi e voglio viverla a pieno. Difficile dire un solo progetto… sicuramente i progetti che nascono con Realize networks la mia agenzia sono sempre super stimolanti e unici.

 

5) Come definiresti la tua cucina, il tuo stile?

Nella cucina come nella vita sono un creativo ed un’ anticonformista, la mia cucina è contaminata dal mondo, da come mi sento e da ciò che sogno, in un piatto metto tutto ciò, la cucina creativa attuale per me deve essere tradizionale ma con tecniche attuali e con influenze internazionali, tutto qui.

 

6) Chiederti una ricetta sarebbe troppo banale allora ti chiedo un’idea, poche indicazioni, su come realizzare una cena tra amici, magari a casa propria, però in modo che sia squisita e con stile?

Quello che spiego spesso durante i miei corsi è la pianificazione e l’ordine, quante volte facciamo una cena con amici ed il giorno dopo ci ritroviamo devastati con la cucina a soqquadro, quindi pianificare prima ciò che si vuole proporre, portandosi avanti con le giuste preparazioni, ghiaccio sempre pronto in freezer, un buon vino  in cantina, sono molto semplice nelle cene tra amici, gusti netti, ingredienti top e buona compagnia… viva la vita!

 

7) Come possono gli ascoltatori di Cluster FM degustare la tua cucina ed entrare a far parte della tua community?

Ho un rapporto molto intenso co i miei fans, ho coltivato e sto coltivando una comunità che mi segue e con cui interagisco molto, penso sia fondamentale nel mondo di oggi, è una vetrina importante che non bisogna snobbare… quindi mi potete trovare su tutte le piattaforme social, Instagram, Facebook, Twitter e LinkedIn semplicemente digitando il mio nome, sto siglando alcune collaborazione per firmare menu e piatti in giro er l’italia, li potrete assaggiare un po’ di Mirko Ronzoni.

Ascolta l’intevista anda in onda su Discovery con Ilaria Checchi e Pietro Costanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *