Notizie

I CELLULARI DIMINUISCONO I CRIMINI?

By

Sembra paradossale, a causa dei numerosi dibattiti in corso sugli effetti collaterali dei cellulari. Ma i dati parlano chiaro: i crimini , a partire dagli anni ’90, sono in netto calo. In che modo?

 

LO STUDIO

Sono stati eseguiti numerosi studi e ipotesi a riguardo. Le economiste Lena Edlund e Cecilia Machado affermano che l’arrivo della telefonia mobile in USA avrebbe diminuito i conflitti tra gang criminali dati dai profitti della droga. Dati alla mano, il numero di omicidi è crollato tra il 19 e 29%. Nell’ introduzione della ricerca delle due studiose, confrontando i dati della Commissione federale della comunicazione americana riguardo l’uso dell’impianto cellulare con le statistiche dell ’FBI sugli omicidi nel paese, è emerso che ”la diffusione dei servizi mobili di telefonia vocale e di testo faccia diminuire gli omicidi, in particolare a causa della riduzione della vendita in strada di droghe illegali“. Gli spacciatori, non presidiando più la strada come prima dell’avvento della telefonia, si trovano meno esposti a omicidi e aggressioni delle gang rivali.

 

ALTRI BENEFICI

Nella sua negatività, la possibilità di negoziare tramite telefono acquisti illegali diminuisce il rischio di una potenziale rapina ai clienti. Nonostante l’innegabile aiuto della telefonia nella diffusione delle droghe, le due studiose hanno voluto concentrarsi sulla relazione tra cellulari e riduzione degli omicidi, in netto calo. Oltre a quanto descritto, altri ricercatori hanno messo alla luce ulteriori dati di fatto. È evidenziato come l’utilizzo dei cellulari sia di grande aiuto per la polizia al fine di arrivare il prima possibile sul luogo del crimine e prendere contromisure per aumentare la sicurezza della città.

 

ALTRE TEORIE

Graham Farrell, criminologo dell’Università di Leeds , propone una chiave di lettura diversa dell’argomento, più tecnologica. La riduzione della criminalità è associata, a suo parere, all’ avvento delle tecnologie di sicurezza pubblica, come le telecamere a circuito chiuso. C’è chi invece sostiene che bisogna studiare l’esplosione della criminalità nei venti anni precedenti all’ introduzione dei cellulari. Il suo successivo calo, sarebbe stato di natura puramente fisiologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *